mercoledì 20 giugno 2012

La sindrome degli anni '90



" Io penso che il prodotti offerti dalla mia azienda siano i migliori sul mercato, e probabilmente non è vero."

Questa frase riassume appieno le caratteristiche del mondo economico di oggi. Un'impresa, qualsiasi dimensione essa sia, non offre più un prodotto unico. Dobbiamo fare i conti con la concorrenza, che offre il nostro stesso e identico prodotto... o probabilmente un prodotto migliore.

Oggi il consumatore ha una vasta scelta di tutto, e può sfruttare la competizione sempre più incalzante tra le aziende che producono e vendono. Questa è la realtà, volenti o nolenti, e per sopravvivere non possiamo che partire da questi presupposti.

Interagire con i mercati pensando che il proprio prodotto sia il meglio, non tener conto delle reali esigenze del consumatore finale, adottare politiche di prezzo basate sulle proprie impressioni e personalissime percezioni è un errore che oggi, in alcuni casi, potrebbe rivelarsi fatale.

Siamo nel 2012 e non possiamo comportarci come se fossero ancora gli ani '90: i "Backstreet Boys" non ci sono più e le "Spice Girls" hanno messo su qualche chilo di troppo... prima ce ne rendiamo conto, meglio è.