martedì 15 gennaio 2013

La nostra vita è su Facebook, rendiamocene conto.


Eh già, la nostra vita è sui social network e la conoscono tutti.
Quante volte abbiamo pubblicato foto delle serate con gli amici, dei tattoos, della moto?
Quante volte abbiamo dichiarato l'ammontare di un giro di shopping?
Quante volte abbiamo parlato della nostra situazione sentimentale?
Credete che tutto ciò passi nel dimenticatoio dopo un giorno? Beh, sicuramente la maggior parte dei vostri contatti se ne fregherà altamente di quanto avete pagato le scarpe nuove o di chi vi state sco****o.
Il punto è che questi dati restano sul web, non vengono cancellati e, inoltre, la rete pullula di persone capaci di scoprire più di quello che avete scritto.
Ora, nessuno vuole generare un'ondata di panico, anche perché lo so che da un orecchio vi entrerà e dall'altra vi uscirà, però, magari, se date un'occhiata ad un video che ho trovato su Youtube potrete realizzare quanto sia facile prendervi in giro, perché quello che accade nel video, potrebbe capitare anche a voi.
Spot sull'ingenuità della gente riguardo i propri dati in pasto ai social network.
P.S. La ragazza della foto ha una situazione sentimentale molto affollata.

Antonella Viapiana