lunedì 8 aprile 2013

More (than a) filling.



Se dovessimo descrivere la caratteristica di un prodotto, potremmo farlo in due modi:
  1. usare una definizione in stile Wikipedia.
  2. usare l'ironia.
   Amori è un'azienda che produce biscotti farciti al cioccolato, con maggior ripieno ripieno rispetto a tutti gli altri presenti sul mercato, secondo loro.  Come dirlo al consumatore, senza sembrare presuntuosi? Ovviamente con ironia. 

   L'agenzia brasiliana Propeg ha realizzato "More Filling", una serie di campagne pubblicitarie molto simpatiche, nelle quali evidenzia la differenza tra i biscotti Amori e gli altri, senza "sembrare" auto-referenziali. È bastata una vignetta per trasformare il solito messaggio "i miei prodotti sono più buoni degli altri" in qualcosa di divertente. Se il destinatario della campagna sorride, muta il suo atteggiamento ostile e diffidente verso la pubblicità in uno più propenso a percepire il messaggio come vero. 

   La campagna Amori ha un'altra caratteristica da non sottovalutare, l'immagine sembra uscita da un social network, appare come uno di quei meme che girano su FB, quelli che la gente è solita condividere sulla propria bacheca. 

   In More Filling, abbiamo un trend, quello dei meme, che è stato piegato alle esigenze della campagna pubblicitaria, il messaggio, il tutto condito da ironia per rendere il prodotto più "appetibile". Tecnicamente, è una pubblicità comparativa, ci dice che quel prodotto è migliore degli altri e ci dice anche perché, solo che ha scelto di farlo in modo da risultare simpatica.

Antonella Viapiana.