giovedì 4 aprile 2013

Un uomo mezzo nudo condisce l'insalata ed è subito polemica.


Nei paesi civilizzati, esistono delle cose definite dai sociologi come "fenomeni di massa". Questi si diffondono rapidamente come una macchia d'olio e influenzano la società. Il  gastrosexual è indubbiamente uno di questi fenomeni, basti guardare al successo ottenuto dai TV Show a tema. 
Kraft ha scelto di  prendere lo stereotipo del gastrosexual e di utilizzarlo per promuovere un proprio prodotto, Zesty Italian, un condimento per insalate. La campagna è stata prodotta su carta stampata e su video da 30 sec. 

    Nelle due varianti su stampa, il soggetto è un uomo mezzo nudo che invita ad usare il condimento. 



   Nei tre video, l'uomo prepara da mangiare con fare ammiccante. In poche parole, abbiamo un uomo oggetto, mezzo nudo, molto sexy che promuove un prodotto alimentare. 

  C'è una linea sottilissima tra ironia e volgarità, questo confine è spesso molto soggettivo tanto da generare opinioni contrastanti sul medesimo caso. La campagna Zesty sembra essere uno di questi casi.
I commenti di ipotetici esperti di comunicazione sono stati molto duri, qualcuno ha addirittura scritto:
< vai a consultare la tua enciclopedia anni '70 e cerca la voce "sono senza idee" "ho un blocco creativo" e "Fuck, I don’t want to be in advertising anymore">. 

   Se l'obiettivo di Kraft era far discutere, come già detto altre volte su questo blog, possiamo proclamare la missione compiuta. Se lo scopo è di far acquistare Zesty, non possiamo ancora esprimerci perché la campagna è uscita pochi giorni fa. Però, se milioni di donne amano personaggi come Jamie Oliver, l'agenzia di comunicazione che ha curato la campagna non ha commesso un errore, perché ha strutturato un messaggio su di un fenomeno di massa e Zasty è un prodotto di massa.

Questo è uno dei tre spot, gli altri potrete vederli cliccando sui link a piè di pagina.


Cosa ne pensate?


The Zesty Guy Says Hey    The Zesty Guy Gets Steamy